venerdì 28 ottobre 2011

Sognare di CUCINARE


Un sogno in cui si sta cucinando e si vede cucinare non e' comunissimo, ma quando si manifesta e' difficile che non lo si ricordi! Sognare di cucinare è uno dei sogni che quasi tutti ricordiamo perfettamente, la mente rimane lucida perchè interviene la memoria nel sogno e spesso chi sogna di cucinare riesce a ricordare ricette, cibi e ingredienti.
Cucinare è un’operazione di “trasformazione” degli alimenti: con la cottura divengono commestibili oppure cambiano di sapore ed aspetto in una sorta di processo alchemico cui si riconosce un significato simbolico centrale nel percorso del sognatore, e nel suo rapporto con le circostanze, per questo ogni ingrediente, ogni aspetto e risultato e' determinante nell'interpretazione della visione. Per questi motivi, sognare di cucinare implica un'intensa attività psichica e quindi riguarda spesso i cambiamenti che il sognatore può o vuole mettere in atto, soprattutto in ambito affettivo.Cucinare richiama particolarmente il mondo degli affetti: quando si cucina, lo si fa per prendersi cura delle persone care, per crescere i figli, per rendere gradevoli gli alimenti che nutrono il corpo, ma si cucina anche per piacere, per il gusto di assaggiare piatti sfiziosi o diversi che soddisfino il desiderio e la gola,
e così cucinare con qualcuno può essere interpretato come desiderio sessuale, cucinare e servire a tavola implica la ricerca di donare se stessi e fare in modo di proteggere la propria famiglia, cucinare per qualcuno può essere interpretato come desiderio di un rapporto profondo.Sia l'amore che la sensualità nel simbolismo del cucinare nei sogni ed evocano il calore della tavola imbandita e del cibo consumato in famiglia, un piacere che si pregusta e per il quale ci si sta adoperando, azioni volte a ottenere una soddisfazione fisica, il raggiungimento di un gustoso obiettivo d’amore o di sesso.
Ogni ingrediente scelto, ogni gesto compiuto, l’abilità o l’incapacità che viene dimostrata, sono direttamente collegate a quanto sta cercando di “fare”, di “mettere insieme”, di “realizzare o cambiare” in qualche aspetto della vita. Processo strettamente legato anche alle trasformazioni psichiche, ai cambiamenti che avvengono nel profondo e che vogliono essere elaborati ed espressi nella realtà.
Le sensazioni che sottolineano l’azione onirica sono molto importanti, perchè possono illuminare aspetti importanti del vissuto del sognatore e indirizzarlo verso reali sensazioni contribuendo alla comprensione del sogno, ad un messaggio che può emergere, ad un bisogno che si manifesta. Ad esempio nei sogni, come nella realtà, si può cucinare con piacere sentendo l’appetito, o freneticamente sentendo la fame, si può farlo come dovere da espletare o con un senso di fastidio, ci si può sentire obbligati o provare disgusto nel dover maneggiare gli alimenti.
Anche il risultato del suo cucinare, l’aspetto del cibo, il suo sapore, il gradimento che ottiene è significativo, perchè rimanda a simili risultati in qualche aspetto della realtà, ne conferma le capacità e le qualità creative, ne evidenzia lo sforzo di “realizzare ” e perseguire un obiettivo, cosi’ cucinare cose ben riuscite sentendo soddisfazione e piacere, può tradursi in obiettivi raggiunti in diversi ambiti: amore, lavoro ed affari, rapporti interpersonali.Cucinare con concentrazione ed attenzione, mettendo ogni cura nella ricerca degli alimenti e degli additivi giusti, si lega facilmente ad un certo perfezionismo, ma pure alla creatività ed alla fiducia nelle proprie qualità. Mentre non riuscire a cucinare oppure ottenere piatti sgradevoli o ripugnanti mostra, al contrario, poca fiducia in se’, o indica qualcosa che non è stata adeguatamente organizzata e che pertanto non riesce come si desidera.
Cucinare in due nei sogni è un’immagine che facilmente possiamo collegare ad un rapporto d’amore dove l’armonia ed il piacere di interagire, o l’intralciarsi a vicenda nell’esecuzione di qualche ricetta, possono riflettere aspetti positivi oppure critici di una reale relazione.

Nessun commento:

Posta un commento

Posta un commento